Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

geotermia, mercurio arsenico e altro nel sangue degli amiatini PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Lunedì 30 Aprile 2018 08:16

Progetto InVETTA (Ars): i dati (parziali) non possono che confermare un allarmante problema sanitario in Amiata. Moratoria subito delle centrali geotermiche, esistenti e di progetto!

Tutte le analisi finora effettuate segnalano un eccesso generale di tutti gli inquinanti: Mercurio, Arsenico, Nichel, Cromo, Cobalto e, novità per l’Amiata, il Tallio, trovati in sangue e urina.

Da molti anni, sulla base inequivocabile dei dati analitici del primo studio epidemiologico del CRN/2010, sosteniamo che le emissioni geotermiche in Amiata concorrono nel determinare gli eccessi di mortalità e di patologie registrati.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (ARS Aprea_Invetta_metalli presentazione 23.4.18.pdf)ARS Aprea_Invetta_metalli presentazione 23.4.18.pdf Maurizio Marchi4897 Kb
Download this file (Studio InVETTA.pdf(1).p7m RISPOSTA DI ARS.pdf)Studio InVETTA.pdf(1).p7m RISPOSTA DI ARS.pdf Maurizio Marchi140 Kb
 
sostieni MEDICINA DEMOCRATICA PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Sabato 28 Aprile 2018 11:37

PER DEVOLVERE IL VOSTRO 5 PER MILLE A FAVORE DI MEDICINA DEMOCRATICA – ONLUS

E’ SUFFICIENTE FIRMARE NEL RIQUADRO “SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO E DELLE ALTRE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITA’ SOCIALE, DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE E DELLE ASSOCIAZIONI E FONDAZIONI RICONOSCIUTE CHE OPERANO NEI SETTORI DI CUI ALL’ARTICOLO 10, C.1, LETT. A), DEL D.LGS. N. 460 DEL 1997”,INSERENDO IL CODICE FISCALE 97349700159.
CHI SIAMO, COSA FA MEDICINA DEMOCRATICA ONLUS (CLICK PER INFO).
RICORDIAMO CHE E’ POSSIBILE INDICARE UN SOLO SOGGETTO A CUI DEVOLVERE IL PROPRIO 5 PER MILLE.

 
sulla Siria, grandi balle e missili PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 19 Aprile 2018 09:33

Falsi made in Usa e bugie made in Italy

Manlio Dinucci

 

Per motivare la guerra del 2003, gli Usa accusarono l’Iraq di possedere armi di distruzione di massa: il segretario di stato Colin Powell presentò all’Onu una serie di «prove» risultate poi false, come ha dovuto ammettere lui stesso nel 2016.

«Prove» analoghe vengono oggi esibite per motivare  l’attacco alla Siria effettuato da Stati uniti, Gran Bretagna e Francia. Il generale Kenneth McKenzie,  Joint Staff Director del Pentagono, ha presentato il 14 aprile una relazione, corredata da foto satellitari, sul Centro di ricerca e sviluppo Barzah a Damasco, definendolo «il cuore del programma delle armi chimiche siriane».

Il Centro, che costituiva il principale obiettivo, è stato attaccato con 76 missili da crociera (57 Tomahawk lanciati da navi e sottomarini e 19 Jassm da aerei). L’obiettivo è stato distrutto, ha annunciato il generale, «riportando indietro di anni il programma delle armi chimiche siriane».

 
acqua a Volterra, i resti alla popolazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Sabato 28 Aprile 2018 10:43

Dati ASL nord-ovest, dal rigo 2871 al rigo 3664 le analisi nel Comune di Volterra

 

MEDICINA DEMOCRATICA

Sezione di Livorno e della val di Cecina

Acqua potabile di Volterra, cloriti, solfati e bario onnipresenti, altre decine di sostanze tossiche in tracce

Abbiamo chiesto ed ottenuto dalla ASL le analisi dell’acqua potabile di tutti i comuni, da Piombino a Massa, sottoposti al suo controllo nel 2016. Cominciamo dalla descrizione dell’acqua nel Comune di Volterra: da un’attenta lettura emerge che cloriti e solfati sono quasi sempre oltre i limiti di legge nella città etrusca, mentre molti altri inquinanti, come alluminio, bario, fluoruro, boro, piombo risultano in alte concentrazioni seppur entro i limiti di legge, e un’enorme quantità e varietà di altre sostanze tossiche, tra cui arsenico, berillio, tallio, tutti i tipi di pesticidi – dall’atrazina al molinate, alla simazina all’aldrin e perfino al DDT sono presenti in tracce nelle oltre 800 analisi effettuate da ASL. C’è anche una presenza inquietante di crisene, un idrocarburo mutageno e cancerogeno nella concentrazione di 4 microgrammi litro (limite di 5) nel prelievo 31/2016 in piazza XX Settembre.

Ma andiamo con ordine: il clorito, l’emergenza che a nostro avviso è la più grave per Volterra, ha origine dalla degradazione del cloro che viene immesso nell’acquedotto in dosi massicce, data la scarsa qualità dell’acqua distribuita, dovuta a sua volta dalla scarsezza di risorsa idrica. Qui si va all’origine della crisi idrica che attanaglia la città etrusca: l’acqua migliore e in enorme quantità se la prende la Solvay per l’estrazione del salgemma, lasciando alla popolazione i resti, che per legge ne avrebbe al contrario il diritto prioritario.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (analisi acqua potabile alta val di Cecina  xAcque 2016 exUSL5 GASP.ods)analisi acqua potabile alta val di Cecina xAcque 2016 exUSL5 GASP.ods Maurizio Marchi818 Kb
Download this file (TABELLA volterra (2).pdf)TABELLA volterra (2).pdf Maurizio Marchi494 Kb
Ultimo aggiornamento ( Domenica 06 Maggio 2018 17:33 )
 
occhi aperti sulla raffineria di Livorno PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Mercoledì 18 Aprile 2018 14:50

Si evidenzia il disastro ambientale

In questo lavoro del 2009, frutto di visura di atti e di documentazione ENI, ci concentreremo su questo aspetto.Il documento è ancora del tutto valido, in quanto nel frattempo ENI non ha fatto quasi niente per la bonifica, salvo i pompaggi per la cosidetta bonifica delle falde superficiali.

Già conosciuto da decenni dalle autorità e dai lavoratori, il disastro ambientale della raffineria si ufficializza  con la dichiarazione di Livorno quale sito di interesse nazionale per la bonifica (SIN), ad alto rischio industriale nel 1998  (legge 426/98)

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (Occhi aperti raffineria livorno MD.pdf)Occhi aperti raffineria livorno MD.pdf Maurizio Marchi692 Kb
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 178