Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

STANNO BOICOTTANDO IL REFERENDUM REGIONALE SULLA SANITA' PDF Stampa E-mail

Comitato per la sanità pubblica Cecina [ Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. '; document.write( '' ); document.write( addy_text26806 ); document.write( '<\/a>' ); //--> Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ]

STANNO BOICOTTANDO IL REFERENDUM? IMPARIAMO ANCHE NOI A BOICCOTTARE!

STANNO BOICOTTANDO IL REFERENDUM ABROGATIVO DELLA LEGGE 28/2015 DI RIORDINO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE PUBBLICO

non forniscono i moduli per raccogliere le firme e ci negano di fotocopiarli direttamente noi minacciando di annullare le firme raccolte su moduli che non siano stati dati dalla Regione.

TEMONO LA MOBILITAZIONE che stiamo mettendo in campo in tutta la Regione

Il PD di ROSSI, di RENZI, della SACCARDI e dei SINDACI che sono al loro servizio, vuole a tutti i costi dare il Servizio Sanitaro Rregionale pubblico in mano ai privati;

hanno approvato la legge 28/2015 in fretta e furia prima della fine dello scorso mandato senza consultare nessuno e proseguono a testa bassa su questa strada: questa è la loro democrazia partecipata!

INVIAMO email al presidente del consiglio regionale Eugenio Giani Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. scrivendo : REFERENDUM ABROGATIVO. Che fine ha fatto la democrazia partecipata: avete paura dei Cittadini elettori?"

 

CI BOICOTTANO? IMPARIAMO ANCHE NOI A BOICOTTARE!!!

BOICOTTIAMO IL PAGAMENTO DEI TICKET SANITARI: SONO ILLEGALI!

partecipiamo gia’ con il prelievo fiscale direttamente nelle buste paga!

medici, infermieri, operatori sanitari devono essere messi prima di tutto nelle condizioni di fare il proprio lavoro, che è quello di prestare cure mediche e assistenza, non quello di riscuotere tasse e balzelli!

fate valere la vostra etica professionale non fatevi usare per fare cassa e risanare “buchi” nei bilanci causati da chi agisce in modo criminale per il proprio interesse personale e non tiene conto dell’interesse collettivo

TAGLIAMO I PROFITTI, NON I SERVIZI!

.