Scrivici







Pubblicazioni

test

test

La sinistra è finita in discarica?

La sinistra è finita in discarica?

Non ce la date a bere

Non ce la date a bere

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

Discarica di Scapigliato: 330 milioni di euro al Comune di Rosignano

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DISCARICA DI SCAPIGLIATO 1982/2012

DOPO SOLVAY E DISCARICA REGIONALE PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Mercoledì 21 Novembre 2012 08:05

ROSIGNANO, CI MANCAVA SOLO LA GEOTERMIA

MEDICINA DEMOCRATICA Sezione di Livorno e della Val di Cecina    

Nel silenzio generale la Regione Toscana ha dato recentemente il permesso, con il parere favorevole del Comune di Rosignano, a iniziare esplorazioni geotermiche ad una società di Frosinone. Con decreto 2957 del  15.6.12, che fa proprio un altro decreto di valutazione (5887 del 21.12.11) si concede alla società di effettuare –senza valutazione d’impatto ambientale – prospezioni geofisiche e ubicazione del pozzo esplorativo in un’area di 49 Kmq denominata “Rosignano”, comprendente anche parti dei comuni di Castellina, Santa Luce e Orciano. Solo quest’ultimo ha espresso parere negativo, mentre gli altri sono favorevoli. Castellina tuttaveLENCOia  ha chiesto significativamente  garanzie  sulle “falde intercettate”, mentre la provincia di Livorno afferma che l’area si trova nel parco delle Colline, che il Piano  Territoriale individua come immodificabile (invariante strutturale).

Strano e preoccupante che ASA non si sia espressa, vista la lacerante crisi idrica del territorio, e visto anche  che per un’altra concessione simile in alta Val di Cecina ASA abbia scritto :” l’Azienda Servizi Ambientali S.p.A. in qualità di Gestore del Servizio Idrico Integrato nel territorio AATO n. 5 ha espresso parere negativo in quanto l’area di ricerca ricade all’interno del bacino di alimentazione degli acquiferi profondi e superficiali dell’Alta Val di Cecina.”  (Burt 7.12.11)

La Sovrintendenza della Toscana infine segnala “tombe ipogee di età etrusca”, quindi  suggerisce  saggi archeologici  preventivi.

Di queste concessioni  la Regione ne ha approvate e ne sta per approvare DECINE, come si può vedere sullo “sportello energia” della Regione stessa. Poi dovremo spendere milioni di euro sulle bollette dell’acqua, per depurarla  dagli inquinanti geotermici, come boro e arsenico . Oltre ai danni alla salute, i più preoccupanti.

20.11.12                                                                                                                        

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (nuova geotermia exell 2003.xls)nuova geotermia exell 2003.xls Maurizio Marchi24 Kb
Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 21 Novembre 2012 08:37 )
 
DA MEDICINA DEMOCRATICA DI ALESSANDRIA PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Lunedì 19 Novembre 2012 09:36

SOLVAY SE LA RIDE

Ciò che stupisce non è l’invadenza comunicativa della Solvay Specialty Polymers: ha i miliardi per farlo. Ciò che stupisce non è il conseguente programma massmediale della società belga “Adoucir les journalistes” (è immaginabile con quali “leccornie” la multinazionale “addolcisca” i giornalisti alessandrini di cui si vanta nelle intercettazioni effettuate dalla Procura, contenuti e nomi che pubblicheremo integralmente sul blog). Ciò che stupisce di più è che i giornali locali dedichino titoli a sei colonne alla pubblicità della Solvay. Nella quale “Certiquality”, cioè Confindustria, cioè Solvay stessa conferisce a se stessa il premio che “certifica” allo stabilimento di Spinetta Marengo l’eccellenza per l’ambiente, la salute e la sicurezza dei lavoratori. Sì, avete capito bene: l’azienda che si autopremia è la stessa che ad Alessandria è sotto processo per inquinamento doloso e dolosa mancata bonifica (fino a quindici anni di reclusione). E’ la stessa che oggi, oggi e non solo ieri! sta buttando nell’aria e nell’acqua PFIB e PFOA, cancerogeni. Solo un giornale umoristico potrebbe impegnare una pagina per “l’eccellenza per l’ambiente” della Solvay.
Le vittime al processo piangono e lorsignori se la ridono. Guarda il blog http://alessandriamd.blogspot.com/

 
EUROPA, VERGOGNA ! PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Martedì 13 Novembre 2012 07:43

"Se questi morti sono soltanto nostri".

Appello di GIUSI NICOLINI, sindaco di Lampedusa

 "Sono il nuovo Sindaco delle isole di Lampedusa e di Linosa. Eletta a maggio, al 3 di novembre mi sono stati consegnati già 21 cadaveri di persone annegate mentre tentavano di raggiungere Lampedusa e questa per me è una cosa insopportabile. Per Lampedusa è un enorme fardello di dolore. Abbiamo dovuto chiedere aiuto attraverso la Prefettura ai Sindaci della provincia per poter dare una dignitosa sepoltura alle ultime 11 salme, perché il Comune non aveva più loculi disponibili. Ne faremo altri, ma rivolgo a tutti una domanda: quanto deve essere grande il cimitero della mia isola?Non riesco a comprendere come una simile tragedia possa essere considerata normale, come si possa rimuovere dalla vita quotidi...

 
Manifestazione a Certaldo il 17 novembre PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Giovedì 15 Novembre 2012 13:02

Il Comitato per la Tutela e la Difesa della Valdelsa promuove per sabato 17 Novembre a CERTALDO, una manifestazione pubblica e pacifica dei cittadini contrari alla realizzazione  di un'area mineraria per l'estrazione della CO2 mediante trivellazione di pozzi.

 
LA GREEN ECONOMY DELLE BANCHE PDF Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Marchi   
Lunedì 12 Novembre 2012 13:53

RIPRODUCIAMO QUESTO INTERESSANTE ARTICOLO DI  DE MARZO, SUGGERENDO CHE SONO MEGLIO 4 PILASTRI: IL PRIMO, LA DIFESA DELLA SALUTE

"La «green economy» di imprese e banche

Giuseppe De Marzo (Il Manifesto del 10/11/2012)

 Il convegno di Rimini, con il ministro Clini, 39 imprese e 1000 esperti, affida ai mercati e agli investitori privati, scelte non solo di politica industriale ma anche energetica. Senza curarsi delle proposte e della cultura dei movimenti che, in Italia e nel mondo, difendono l’ambiente

A Rimini il 6 e 7 novembre si è tenuta una due giorni che aveva l’obiettivo di lanciare anche in Italia un piano per «un nuovo sviluppo in chiave verde». Messa così il rischio di ingannare qualcuno è forte, specie coloro che con l’acqua alla gola rischiano di aggrapparsi a qualsiasi scialuppa, anche si trattasse del Titanic.

 
<< Inizio < Prec. 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 Succ. > Fine >>

Pagina 169 di 192